L’Impresa online: sito web o profilo social? come scegliere

La crescita dei social network induce alcune aziende a investire esclusivamente su questo canale, escludendo il sito web. Perché lo fanno? Fanno bene o fanno male?

C’è una crescente tendenza da parte degli imprenditori, a rinunciare al sito web investendo maggiormente sulle pagine social. E’ una scelta corretta?

Questo articolo può interessare chi sta considerando di seguire il trend e spostare i suoi investimenti online dal sito ai social network.

Vediamo insieme le ragioni alla base di questa tendenza, esploriamo le differenze tra le caratteristiche di un sito web e di un profilo social, forniamo spunti e domande pratiche da porsi per decidere in modo “informato” su quali canali investire.

Introduzione

Negli ultimi mesi, partecipando a incontri di aggiornamento professionale, ho avuto modo di conversare con esponenti di varie aziende sul tema dei social media per il business. Alcune aziende hanno cavalcato l’onda dei social network a tal punto da sceglierli come unico canale per la presenza sul web. Insomma, per loro, il sito web e il blog aziendale sono diventati inutili.

Sarà vero? Il sito web e il blog, sono davvero obsoleti?

Pensate che ho spulciato articoli di blogger italiani che già nel “lontano” 2011 decretavano la morte dei blog, soppiantati dai social network come fonte di business. Col tempo questa opinione si è andata rafforzando grazie alla crescita costante delle piattaforme social, soprattutto in Italia dove uno studio recente ha stimato che Facebook è utilizzato dal 75% degli adulti online.

Penetrazione dei social network
Secondo uno studio Ofcom, l’Italia è il paese di maggior penetrazione di Facebook che raggiunge il 75% degli adulti online

L’enorme successo dei social network ha stimolato i Direttori Marketing a dirottarvi una parte del budget, erodendo la quota dedicata al sito web. Forse non c’è da stupirsi se alcune aziende abbiano quindi eliminato il sito dal proprio mix digitale.

Ma è la decisione giusta?

Non esiste una scelta giusta o sbagliata, ciò che è importante è scegliere in base alle esigenze del proprio business.

Passiamo quindi ad analizzare caratteristiche, punti di forza e di debolezza di un profilo aziendale social e di un sito web, sperando di fornire spunti di riflessione a chi deve decidere come investire per la propria strategia digitale. Gli spunti sono necessariamente di carattere generale e ognuno potrà poi calzarli sulle proprie esigenze.

Profilo social: per quale business?

Chi privilegia la comunicazione immediata e il contatto informale con il pubblico preferisce puntare sul profilo social. Il profilo social è scelto anche da chi desidera promuovere la sua immagine personale, dandole priorità su quella aziendale. I social network sono adatti a chi vuole essere online rapidamente o alle aziende all’inizio dell’attività. Secondo Verisign, in America le aziende che dirottano il traffico web verso la loro pagina Facebook aumentano del 25% ogni anno.

Traffico web dirottato verso la pagina Facebook

Profilo social: Vantaggi

  • E’ gratis e veloce: basta inserire i dati aziendali, aggiungere un logo e una foto rappresentativa, et voilà… non richiede costi di apertura o di mantenimento, ed è altrettanto facile da cancellare.
  • E’ coinvolgente: i social media sono pensati per interagire e coinvolgere, costruendo relazioni più autentiche con il pubblico.
  • Fa Branding: l’attività social aumenta le occasioni per condividere la storia e i valori del proprio brand. Sia creando nuovi post, sia rispondendo a quelli del pubblico, un’azienda riesce meglio ad esprimere la sua vision e mission, costruendo maggiore consapevolezza e lealtà intorno al brand.
  • Umanizza: un’azienda o un prodotto diventano più simili a persone: sui social il pubblico parla con un prodotto e con una persona nello stesso modo.
  • Profila: gli utenti forniscono volontariamente i dati personali che consentono la loro profilazione a fini pubblicitari.

Profilo Social – Svantaggi

  • Ha un design limitato: fatta eccezione per la scelta della foto-profilo e quella di sfondo, profili e pagine social hanno sempre lo stesso layout e non sono personalizzabili ulteriormente.
  • Può esporre alle critiche: una gestione poco attenta della comunicazione aziendale trova nei social il luogo ideale per diffondere commenti negativi o perfino generare un linciaggio digitale… un esempio su tutti: qualcuno ricorda il caso Barilla?
  • Non appartiene all’azienda: un social network può, se lo ritiene opportuno, sospendere o cancellare il profilo aziendale, privando l’azienda della presenza digitale faticosamente costruita.
  • Manca il controllo sui contenuti: un’azienda può controllare i propri contenuti ma non quelli che appaiono sopra, sotto, a fianco: per esempio su Facebook la pubblicità appare accanto ai post ed è scelta in base agli interessi di ciascun utente. Il rischio è che accanto ai post della vostra azienda appaiano pubblicità concorrenti.
  • Offre un reporting limitato: Ogni social network fornisce statistiche di visita e di coinvolgimento. Le statistiche non sono personalizzabili e ancora oggi non raggiungono le possibilità di analisi offerte da un sito web.
Controllo limitato nei profili Facebook
Con un profilo aziendale Facebook controlli i tuoi post… ma non le pubblicità che vengono loro affiancate (magari sono dei tuoi concorrenti)

 

Sito web: per quale business?

Chi vuole dare al proprio brand un’immagine forte e vuole controllarne tutti gli aspetti grafici, funzionali e di contenuto, allora sceglierà di avere un proprio sito web.

Il sito è una proprietà aziendale come lo è il relativo nome a dominio. Oltre all’aspetto, si può personalizzare anche il contenuto e le funzionalità: un sito può essere semplice ed essenziale come un volantino oppure sofisticato e complesso come un portale o un e-commerce. Inoltre fornisce all’azienda un’immagine forte e credibile.

Sito web – vantaggi:

  • Rapporto costi/benefici: Le svariate opzioni disponibili permettono di costruire un sito gratuitamente, oppure di spendere una fortuna. Dipende tutto dal budget e dalle esigenze. Si può anche partire con un sito semplice e gratuito e arricchirlo successivamente.
  • Dona credibilità: la gente ha più fiducia in un’azienda che ha un sito web, e in realtà si aspetta che un’azienda abbia il sito e rimane delusa non trovandolo.
  • E’ controllabile al 100%: l’azienda possiede il sito e controlla ogni suo aspetto e contenuto. Anche iniziando con una versione gratuita, i modelli grafici disponibili consentono una personalizzazione molto più spinta di un profilo social.
  • Fa Marketing: il sito web supera i social network per varietà di contenuti e rende possibile inserire ad esempio testimonianze di clienti, portfolios, cataloghi, brochure scaricabili e pagine specifiche per le azioni di marketing.
  • Riduce le spese generali: un’azienda che stampa e distribuisce schede prodotto e cataloghi può risparmiare mettendo online questo materiale – senza contare che ai clienti piace trovare online le informazioni sui prodotti.
  • Il Business diventa 24/7: Il sito web è più simile alla vetrina di un negozio: la maggiore varietà e ricchezza di informazioni equivale a una vetrina accesa tutto l’anno a qualsiasi ora del giorno e della notte.
contenuti di un sito web
un sito web può ospitare una grande varietà di contenuti

Sito web – svantaggi

  • La complessità ha un costo: anche se i moderni CMS (content management system) hanno reso la progettazione di un sito più veloce ed economica che in passato, il costo di un sito e il tempo di realizzazione crescono in base alla complessità e ricchezza di funzioni desiderata.
  • Il mantenimento ha un costo: un sito web va mantenuto costantemente aggiornato, maggiore è la ricchezza di contenuti, maggiore lo sforzo di aggiornamento.
  • E’ più difficile attirare traffico: Lo scopo di un sito è di essere visitato dai clienti potenziali, e con il web sempre più affollato aumenta la difficoltà per farsi trovare. Per attirare molti visitatori sono necessari maggiori sforzi e si ha successo soltanto con la giusta strategia di marketing digitale.

Ricapitolando

La possibilità di controllare ogni aspetto di un sito web lo rende adatto a un’azienda che vuole creare un’immagine di forte impatto, oppure che vuole offrire contenuti utili ai visitatori o funzionalità interattive.

D’altra parte, il potere comunicativo e di interazione di una pagina social permette di diffondere la mission e i valori aziendali con maggiore efficacia e di intavolare vere e proprie conversazioni con il pubblico.

Diventa evidente che i due canali sono diversi e complementari e danno il meglio se utilizzati insieme. La solidità d’immagine di un sito web ne fa la “casa” ideale dei contenuti aziendali di tutti i tipi, mentre l’immediatezza dei social network è adatta alla loro distribuzione. L’utilizzo combinato di sito web e profilo social permette azioni di marketing articolate che potenzialmente raggiungono un pubblico molto vasto e profilato.

Cosa Potete Fare Da Subito:

Se state preparando il piano degli investimenti nel web marketing per il prossimo anno, potete tradurre gli spunti dell’articolo in domande da fare subito a voi stessi e ai colleghi coinvolti, per aiutarvi nella decisione. Eccone alcune per cominciare:

  • Volete valorizzare il vostro marchio con uno stile grafico che si distingua dai concorrenti?
  • Volete mettere online il vostro catalogo di prodotti o servizi?
  • Volete pubblicare online materiale utile ai nostri clienti anche potenziali, scaricabile magari dietro registrazione?
  • Nell’intento di aiutare i clienti con i problemi più frequenti alleggerendo il flusso di richieste al reparto assistenza, vorreste creare un elenco di FAQ da mettere in rete?
  • Volete che i vostri annunci pubblicitari portino i visitatori su una pagina particolare, bella da vedere, che inviti all’acquisto?

Se la risposta ad almeno una di queste domande è SI, allora il consiglio è di considerare l’ipotesi di mantenere il vostro sito web oppure crearne uno, e utilizzare il profilo social come “trampolino di lancio” per le vostre iniziative di marketing e per il networking.

Qualche Esempio Di Integrazione Tra Sito Web E Profilo Social:

  • Usate i social media per informare i clienti, ogni volta che aggiornate il sito web
  • Nel sito web aggiungete un inserto che mostra le interazioni su Facebook o Twitter
  • Nel sito web aggiungete le icone che puntano ai vostri profili social aziendali: il vostro pubblico potrà seguire le vostre notizie e promozioni in modo semplice e immediato
  • Aggiungete i pulsanti di condivisione social sugli articoli o sulle pagine del vostro sito: aumenterete così la vostra presenza online
  • Se avete un e-commerce, inserite i pulsanti di condivisione affinché i clienti possano condividere con gli amici quello che hanno appena acquistato sul vostro sito

Per finire, una piccola sfida

Se vi capita che qualcuno vi dice che il sito web è inutile, informatevi su di lui/lei in rete: scommettiamo che possiede già un sito o un blog e lo mantiene ben strutturato e aggiornato? Provare per credere!