Logo NUwebstudio mobile
© 2014-2020
NUwebstudio
P. IVA 08827630966
Privacy Policy

Facebook sviluppa il suo motore di ricerca

Stefania 
Facebook potrebbe diventare un serio concorrente di Google nella ricerca (e quindi nella sponsorizzazione) di contenuti web su dispositivi mobili.

Facebook sta testando un motore di ricerca indipendente per i contenuti web esterni. Lo ha confermato la stessa Facebook a TechCrunch (qui l'articolo originale).

Una preview del motore di ricerca di Facebook

una preview della ricerca su Facebook - fonte TechCrunch

L’opzione “aggiungi un link” è attualmente in fase pilota negli USA, e presenta una casella in stile Google che, digitando la propria chiave di ricerca, fornisce una scelta di pagine corrispondenti, ne permette la preview, e infine ne rende possibile la condivisione con l’aggiunta di un commento personale.

Il motore di Facebook funziona indicizzando i contenuti web già condivisi su Facebook da  altri utenti.

Che cosa significa per il social media marketing?

Dato che Facebook è il social network che porta maggior traffico ai siti web (25% secondo Shareaholic, nell'ultimo trimestre 2014), la facilità di condivisione dei contenuti è un incentivo ulteriore per i marketer a utilizzarlo come strumento per diffondere e soprattutto pubblicizzare i propri contenuti.

Inoltre potrebbe diventare più facile ricercare contenuti web di maggior successo dei propri concorrenti (ma bisogna prima “toccare con mano” la nuova funzionalità) . Tutto questo senza usare Google o altri strumenti di basati sulla grande G.

La condivisione è crescita
11/05/2015

Correlati

04/11/2019
Site Kit: Google entra nella bacheca WordPress

Abbiamo installato il Site Kit di Google per Wordpress su alcuni siti web, per capirne le funzioni e il potenziale. Ecco le nostre impressioni.

29/09/2017
HTTPS: come migrare il tuo sito internet

La connessione sicura HTTPS non solo ti conviene ma sta diventando urgente: sono arrivati i nuovi giri di vite di Chrome e Google - e non è ancora finita.

17/01/2017
Google penalizzerà i siti non sicuri

Google è sceso in campo per il bene della sicurezza online, penalizzando i siti senza crittografia.

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram